Il Diavolo al Femminile: rappresentazione e ruolo della donna nell’occultismo di Maria de Naglowska

Michele Olzi

Abstract


Maria de Naglowska (1883-1936) è stata una poetessa e giornalista russa. Negli anni Trenta, oltre ad essere conosciuta tra i cenacoli artistici e culturali del quartiere parigino di Montparnasse con il nome de La Sophiale, si proclamò “sacerdotessa del Tempio Satanico di Parigi. 
La dottrina ‘satanica’ che promuoveva attraverso il suo gruppo (quest’ultimo era La Confrérie des Chevaliers de La Flèche d’Or [La Confraternita dei Cavalieri della Freccia d’Oro]) era legata all’avvento di un epoca della Madre e del sesso.
Lo scopo dell’articolo è quello di esaminare il ruolo della donna nel satanismo di Maria de Naglowska, attraverso un raffronto generale della vita e opera della poetessa russa. 

Maria de Naglowska (1883-1936) was a Russian poet and journalist. In the early thirties, besides being known among the artistic/cultural cenacles of Parisian area of Montparnasse as La Sophiale, she proclaimed herself “priestess of the Satanic Temple of Paris”.

The Satanic doctrine she promoted through her group (the latter was called La Confrérie des Chevaliers de La Flèche d’Or [The Brotherhood of the Knights of the Golden Arrow]) was linked to the imminent advent of an era of the Mother and of sexuality.
The aim of the paper is to examine the female role in Maria de Naglowska’s conception of Satanism through a general overview of her life and work.


Full Text

PDF

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.


La Rosa di Paracelso OJS || ISSN: 2532-2028

logo mimesis edizioni