N° 1-2 (2018)

La ricerca della Gnosi. Conoscenza superiore ed evoluzione del pensiero gnostico nell’Esoterismo occidentale Quest for Gnosis: Higher Knowledge and the Evolution of Gnostic Thought in Western Esotericism


Copertina

Fin dalla pubblicazione del Dictionary of Gnosis and Western Esotericism (2004), lo studio attuale dell'Esoterismo Occidentale ha tenuto in gran considerazione il concetto di gnosi, a partire dalla definizione di Wouter J. Hanegraaff, nella quale descrive la conoscenza gnostica come 'il più alto livello nella gerarchia del sapere, la quale include ragione e fede', ammettendo che 'nonostante molti studiosi abbiano provato a rispondere alla domanda “che cos'è lo Gnosticismo”, seri tentativi di rispondere alla domanda “che cos'è la gnosi” sono ancora estremamente rari'. Le idee di Gnosticismo e gnosi sono onnipresenti nella storia moderna dell'Esoterismo Occidentale; ci si sofferma nelle opere di Gerard Éncausse (1865-1916), Jules Doinel (1862-1903) e nella loro Église Gnostique; elementi neo gnostici si trovano negli scritti magico-sessuali di Paschal Beverly Randolph (1825-1875) e Aleister Crowley (1875-1947) così come nelle opere di Carl Gustav Jung (1875-1961) e nel suo, di ispirazione gnostica, Septem Sermones Ad Mortuos (1916).

 

Since the publication of the Dictionary of Gnosis and Western Esotericism (2004), the contemporary study of Western esotericism has taken the concept of gnosis in great account, with Wouter J. Hanegraaff describing gnostic knowledge as ‘the highest level in a hierarchy of knowledge that includes reason and faith’., and conceding that ‘although countless scholars have tried to answer the question “what is Gnosticism”, serious attempts to answer the question “what is gnosis” are extremely scarce’. The ideas of Gnosticism and gnosis are ubiquitous through the modern history of Western esotericism, and touches upon the works of Gerard Éncausse (1865-1916) and Jules Doinel (1842-1903) and their Église Gnostique; the neo gnostic elements to be found in the sexual magical writings of Paschal Beverly Randolph (1825-1875) and Aleister Crowley (1875-1947); the works of Carl Gustav Jung (1875-1961) and his gnostic-inspired Septem Sermones Ad Mortuos (1916).